Vai al contenuto principale

Di seguito troverete una presentazione del Corso di Laurea Triennale di Scienze Naturali, suddivisa nelle seguenti sezioni:

  • A chi è rivolto?
  • Di cosa si tratta?
  • Che cosa si studia?
  • Tempo e frequenze?
  • Che lavoro si potrà fare?
  • E se si vuole continuare a studiare dopo la triennale?
  • Si potrà fare un'esperienza all'estero?
  • Qualità del corso

 


A CHI È RIVOLTO?

A coloro che amano osservare la natura, contemplatori del territorio, degli organismi viventi e delle loro forme.
Agli appassionati di piante e animali, instancabili e sempre all’inseguimento di rari avvistamenti.
Ai curiosi della storia della Terra, ricercatori di tracce per comprendere il passato e il presente del mondo in cui ci muoviamo.
A chi ama l’ambiente e vuole capirlo meglio, per poterlo tutelare e gestire in modo sostenibile  in un mondo in continua evoluzione.

A tutti loro è rivolto il Corso di Studi di Scienze Naturali, un percorso che mette al centro lo studio delle forme e dei processi alla base del funzionamento degli organismi viventi e dell’ambiente in cui essi si muovono.


DI COSA SI TRATTA?

Lo studio delle Scienze Naturali si sviluppa nella Classe delle lauree in “Discipline della natura e dell’ambiente” (classe L-32) e si articola in una Laurea di durata triennale.

In un ambiente culturalmente stimolante e con un ottimo rapporto e dialogo tra studenti e docenti, professori e professionisti accompagneranno ciascuno studente lungo un percorso ricco di tappe multidisciplinari  riguardanti i fondamenti della zoologia, botanica, scienze della Terra ed ecologia assieme allo studio della matematica, chimica e fisica. Ciascun traguardo sarà raggiunto attraverso la frequentazione di lezioni frontali, unitamente a una buona dose di attività pratiche di campo e di laboratorio nonché di stages nel mondo del lavoro.  

Scienze Naturali è un corso di studi in grado di garantire una formazione completa per la formazione di professionisti in grado di operare nell’ambito della conservazione, tutela, gestione e ripristino ambientale. Tali competenze potranno essere messe a disposizione della comunità e dell’ambiente in molteplici modi: monitoraggio degli organismi viventi (animali, piante, funghi, licheni,..) e della materia non vivente; gestione del territorio e sviluppo di progetti all’interno di Parchi, Riserve e Aree Protette; organizzazione e mantenimento collezioni all’interno di Musei scientifici; comunicazione e divulgazione scientifica.

I futuri naturalisti saranno figure indispensabili in  un mondo in continuo cambiamento e, oggi più che mai,  al centro del dibattito internazionale riguardo i cambiamenti del clima e le conseguenti minacce alla ricchezza del nostro pianeta in termini di forme viventi e habitat.


CHE COSA SI STUDIA?

Il Corso di Studi verte principalmente sullo studio delle materie zoologiche, botaniche, geologiche ed ecologiche, accompagnate da un approfondimento e consolidamento delle conoscenze in ambito matematico- statistico, chimico e fisico nell'ottica di garantire una totale comprensione e preparazione degli argomenti naturalistici.

Gli studenti acquisiranno nozioni di zoologia e botanica generale, fisiologia e sistematica. Impareranno, dunque, a conoscere i diversi organismi sia a livello microscopico (cellulare-molecolare) sia macroscopico (gruppo tassonomico); studieranno le modalità con cui gli organismi animali e vegetali mantengono la stabilità dell'ambiente interno e i processi che intervengono nelle loro relazioni con l'ambiente esterno in cui vivono; apprenderanno i metodi di classificazione zoologica e botanica sul campo e in laboratorio;  verranno guidati nell'esecuzione di rilievi per il monitoraggio della fauna e della flora.

Poiché la natura è costituita in gran parte anche da materia non vivente, la quale compone lo spazio in cui gli organismi viventi si muovono e con cui interagiscono, un importante ruolo è rivestito dallo studio e analisi della geografia, geologia, petrografia, mineralogia e paleontologia. Gli allievi parteciperanno a lezioni, laboratori ed escursioni per imparare a orientarsi nello spazio, a leggere il paesaggio, conoscerne la storia geologica, campionare e classificare rocce, minerali e fossili. 

L'apprendimento dei fondamenti di ecologia e conservazione permetteranno al futuro naturalista di comprendere come i diversi tasselli che costituiscono il nostro pianeta si relazionino tra loro, creando sistemi complessi che, al termine del percorso di studi, il laureato sarà in grado di interpretare e tutelare.

Infine, ogni studente avrà la possibilità di mettere in pratica la propria attitudine verso una particolare disciplina nell'ambito dello stage formativo. Tale attività equivale ad un tirocinio condotto presso parchi, riserve naturali, musei scientifici, centri didattici, laboratori e centri di ripristino ambientale; lo stage introdurrà lo studente nella professione naturalistica per cui sarà formato una volta laureato.

Per avere un quadro complessivo delle materie trattate durante i tre anni,  consulta la pagina dedicata ai Corsi di insegnamento.


QUANTO DURA IL CORSO?

La durata normale del corso è di tre anni.

Per il conseguimento del titolo lo studente dovrà acquisire almeno 180 CFU, secondo le indicazioni contenute nella scheda delle attività formative e dei crediti relativi al curriculum del triennio compresa nell'Ordinamento didattico del Corso. La quantità media di impegno complessivo di apprendimento, svolto in un anno da uno studente impegnato a tempo pieno negli studi universitari, è convenzionalmente fissata in 60 crediti. È altresì possibile l’iscrizione a tempo parziale, secondo le regole fissate dall’Ateneo.

I crediti corrispondenti a ciascuna attività formativa sono acquisiti dallo studente con il superamento dell’esame o di altra forma di verifica del profitto.

In ciascun anno di corso i periodi didattici sono due,  i due semestri sono intervallati da un periodo dedicato agli esami. Sono inoltre dedicati agli esami i mesi di luglio e di settembre.

LA FREQUENZA È OBBLIGATORIA?

La frequenza alle lezioni e ai laboratori, per materie sperimentali come sono quelle naturalistiche, assume un'importanza fondamentale. Benché non sia formalmente richiesta, la frequenza di esercitazioni, laboratori ed attività in campo è di fatto indispensabile per acquisire una buona preparazione agli esami e per lo svolgimento della prova finale di laurea. La frequenza è obbligatoria durante gli stage e le attività di preparazione della prova finale. Oltre alle uscite sul territorio di competenza dei diversi insegnamenti aventi carattere applicativo (esercitazioni disciplinari), il Corso di Studi organizza un’esercitazione interdisciplinare sul territorio di due o più giornate, obbligatoria per il conseguimento della laurea triennale. L’esercitazione interdisciplinare ha lo scopo di integrare le conoscenze acquisite in una visione globale dei sistemi ambientali, condizione essenziale per la formazione professionale del naturalista. Gli studenti della Laurea Triennale in Scienze Naturali hanno altresì l’obbligo di svolgere attività pratiche presso enti, aziende e strutture convenzionate. Lo stage si svolge di norma al III° anno.

E se hai bisogno di un aiuto in più...

Durante il primo anno del Corso di Studi, ad ogni studente e’ assegnato un docente nel ruolo di tutore con cui lo studente avrà modo di parlare e discutere degli aspetti più vari del Corso di Studi. Per saperne di più, vai alla sezione Tutorato.


CHE LAVORO SI POTRÀ FARE?

I laureati triennali in Scienze Naturali possiederanno, al termine del percorso formativo, competenze multidisciplinari tali per poter operare nell'ambito del monitoraggio e analisi di sistemi naturali complessi.

 I naturalisti svolgeranno ruoli tecnici o professionali all'interno di svariati ambiti, tra cui:

  • attività di rilevamento, classificazione, analisi, ripristino e conservazione di organismi viventi e componenti non viventi di ambienti  naturali, sia acquatici sia terrestri;
  • gestione ed educazione ambientale all'interno di parchi, riserve naturali, musei scientifici e centri didattici;
  • attività di analisi e monitoraggio di sistemi e processi ambientali gestiti dagli esseri umani, nella prospettiva della sostenibilità e della prevenzione, ai fini della promozione della qualità dell'ambiente;
  • localizzazione, diagnostica, tutela e recupero dei beni ambientali degradati.


Il laureato sarà formato per esercitare diverse professioni, tra cui le principali sono riportate di seguito:

  • Botanico
  • Zoologo
  • Ecologo
  • Tecnico del controllo ambientale
  • Conservatore all'interno di Musei scientifici
  • Divulgatore scientifico
  • Guida naturalistica

Ciascuno studente sarà maggiormente preparato riguardo alcune delle professioni e attività sopraindicate, poiché sarà a sua discrezione approfondire determinati campi di interesse sulla base delle decisioni effettuate nell'ambito delle attività a libera scelta durante il proprio percorso di studi, vale a dire durante gli insegnamenti a libera scelta, stage e prova finale.


Per maggiori informazioni sulle diverse carriere, consultate l'Atlante delle Professioni messo a disposizione da Unito.

In alternativa, il laureato in Scienze Naturali sarà in possesso della formazione necessaria per poter proseguire gli studi conseguendo una Laurea Magistrale o un Master di I livello.


E SE SI VUOLE CONTINUARE A STUDIARE DOPO LA TRIENNALE?

Di seguito si riporta la lista con le indicazioni generali sui Corsi di Laurea Magistrale (LM) che possono essere intrapresi a seguito di una Laurea Triennale in Scienze Naturali:

  • LM in ambito biologico
  • LM in ambito ambientale e delle risorse naturali
  • LM in ambito agronomico e forestale
  • LM in ambito delle discipline della Terra
  • LM per l'educazione e l'insegnamento


Per ciò che concerne l'Università degli Studi di Torino, in particolare il Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, la proposta didattica conseguente alla LT in Scienze Naturali è la seguente:


SI POTRÀ FARE UN'ESPERIENZA ALL'ESTERO?

L'Università degli Studi di Torino permette agli studenti universitari (e degli Istituti di istruzione superiore assimilati), nell'ambito del programma europeo Erasmus, di trascorrere un periodo di studi o di stage presso un altro Istituto di uno dei Paesi esteri che abbia firmato un accordo bilaterale nell’ambito del programma.

Per conoscere le offerte di mobilità internazionale messe a disposizione da Unito, vai alla sezione del sito Mobilità studenti.


QUALITÀ DEL CORSO

Periodicamente i Corsi di Studio sono sottoposti ad una valutazione che indaga i risultati per i seguenti aspetti:

a) l'ingresso, il percorso, l'uscita del CdS;
b) l'esperienza dello studente;
c) l'accompagnamento al mondo del lavoro.

Per consultare le autovalutazioni recenti e passate del Corso di Laurea Triennale in Scienze Naturali eseguite dal CUN (Consiglio Universitario Nazionale) e dall'ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca), vai alla pagina di Accreditamento.

Ultimo aggiornamento: 21/09/2018 23:31
Location: https://naturali.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!