Sei in: Home > Corsi di insegnamento > Dinamica degli ecosistemi
 
 

Dinamica degli ecosistemi

 

Ecosystem dynamics

 

Anno accademico 2016/2017

Codice attivitÓ didattica
MFN1489
Docenti
Corso di studio
Laurea Magistrale in Scienze e Gestione Sostenibile dei Sistemi Naturali
Laurea Magistrale in Scienze dei Sistemi Naturali (SSN) D.M. 270
Anno
1░ anno
Periodo didattico
Primo semestre
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
10
SSD attivitÓ didattica
BIO/03 - botanica ambientale e applicata
BIO/07 - ecologia
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Lezioni facoltative e esercitazioni obbligatorie
Tipologia esame
Scritto ed orale
Prerequisiti
Conoscenze di base di ecologia generale.
 
 

Obiettivi formativi

  • italiano
  • inglese

Acquisire capacità nel settore dell’ecologia avanzata ed essere in grado di applicarne i principi nel contesto della tutela della biodiversità animale, in modo da avere una competenza sufficiente a portare avanti, nei settori accademici e professionali, ricerche di ecologia avanzata, tra cui il monitoraggio della biodiversità, il monitoraggio ambientale e la consulenza in campo ecologico.

 

 

Risultati dell'apprendimento attesi

  • italiano
  • inglese

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE - Comprensione olistica delle dinamiche ecosistemiche.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE - Compresione delle dinamiche ecosistemiche con particolare riferimento alla conservazione della biodiversità animale e vegetalee alla gestioen degli ecosistemi.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO - Basandosi sulle conoscenze acquisite e sull'analisi critica di casi studio presentati a lezione lo studente acquisisce capacità di valutazione autonoma.

ABILITÀ COMUNICATIVE - Capacità di interloquire con altre professionalità del campo, tramite l'acquisizione di un linguaggio ed una terminologia appropriata.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO - Iillustrazione delle teorie ecologiche,  dei metodi di analisi e analisi critica di casi studio.

 

MODULO CHAMBERLAIN

Al termine del modulo, lo studente dovrebbe possedere le seguenti conoscenze e capacità:

  • Capacità di pianificare ed attuare programmi di cattura e marcatura, indagini di abbondanza e distribuzione per vari gruppi animali;
  • Comprensione delle analisi e dell'interpretazione dei dati raccolti utilizzando metodi standard per il monitoraggio delle popolazioni per stimare la dimensione delle popolazioni e i trend;
  • Comprensione della classificazione delle specie minacciate a livello regionale, nazionale e globale e del ruolo delle aree protette nella salvaguardia delle specie;
  • Una solida conoscenza generale di come i dati del monitoraggio delle popolazioni hanno contribuito alla conservazione delle specie minacciate.

 

 

Programma

  • italiano
  • inglese

MODULO CHAMBERLAIN

METODI DI CATTURA, MARCATURA E RICATTURA. Catture di mammiferi: telesedazione, gabbie. Catture di uccelli: mist nets, clap nets e metodi vari. Catture di rettili, anfibi e invertebrati. Collari e radiomarcatura. Alterazioni morfologiche permanenti e temporanee. Contrassegni naturali.  CENSIMENTI-CONTEGGI. Metodi per stimare i parametri demografici chiavi deglu uccelli e mammiferi. Mappaggio dei territori, transetti lineari e punti di ascolto; metodi vari per mammiferi e uccelli. Curve di contattabilità, algoritmi e softwares. ANALISI DEMOGRAFICHE. Bootstrapping. Popolazioni chiuse ed aperte. Mortalità, sopravvivenza, emigrazione permanente. Metodi di Petersen, Schnabel, Jolly-Seber. Andamento di popolazione.  Alerts. Analisi di vulnerabilità popolazionale. Modelli demografici.  Dipendenza dalla densità. PRELIEVI ANIMALI E DINAMICA DI POPOLAZIONE. caccia e pesca. Depauperamento venatorio: stambecco, starna, rinoceronte, elefante africano. Sovrasfruttamento da pesca: acciuga peruviana, Tapes decussatus. Equazioni differenziali: crescita esponenziale, logistica. Mortalità compensativa.  Prelievo sostenibile. Legge nazionale della caccia e specie particolarmente protette. AREE PROTETTE. Convenzioni e direttive internazionali. Aree protette dell’IUCN e il Global Protected Areas Programme. Direttive Birds e Habitat. Natura 2000 e SIC. Aree protette in Italia (parchi nazionali e regionali). CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITÀ. Convention on Biological Diversity. Convenzioni e direttive internazionali.  IUCN e le categorie di minaccia. Le liste rosse. La lista rossa dei vertebrati italiani. BirdLife International e le specie SPEC. IBA e ZPS. Specie carismatiche, specie chiave, specie bandiera, specie ombrello. Sensibilizzazione e protezione attiva. Strategie adattative e conservazione. Strategie di ‘land sparing e ‘land sharing’. 

 

MODULO ISAIA - Ecomosaico e dinamiche del paesaggio.  Introduzione all'ecologia del paesaggio.  Il modello di ecomosaico di Forman & Godron. Patch, corridoi e matrice. Dinamica del paesaggio. Frammentazione, effetti sulle comunitá biologiche, reti ecologiche.

 

ModalitÓ di insegnamento

  • italiano
  • inglese

MODULO CHAMBERLAIN

Lezioni frontali per un totale di 24 ore (3 CFU) e 8 ore di esercitazioni in campo (metodi di censimento).

 MODULO ISAIA

Lezioni frontali per un totale di 16 ore (2 CFU).

 

ModalitÓ di verifica dell'apprendimento

  • italiano
  • inglese

Test scritto (modulo Chamberlain), test orale (modulo Isaia), test orale che comprende anche l'esposizione del contenuto di un articolo scientifico scelto dallo studente e dal docente (modulo Siniscalco).

MODULO CHAMBERLAIN

Esame scritto della durata di un'ora.  Si tratta di rispondere a 20 domande (1 punto ciascuno) a risposta multipla (quattro opzioni) e a 5 domande a risposta aperta (2 punti ciascuno) per un totale di 30 punti. Sono poi proposte anche due domande facoltative (1 punto ciascuno) per la lode. Le domande a risposta multipla sono concepite per testare le conoscenze generali degli studenti nella relativa area tematica. Le domande aperte verificano la capacità degli studenti di capire e comunicare concetti ecologici più complessi, tra cui gli aspetti analitici.

MODULO ISAIA

Esame orale inerente la descrizione di pattern e processi ecologici a scala di paesaggio.

 

Testi consigliati e bibliografia

Sandro Lovari e Antonio Rolando. 2004. Guida allo studio degli animali in natura. Bollati Boringhieri
Forman & Godron, 1996. Land mosaic

 

Note

Curriculum Ambienti e Adattamenti

Curriculum Sostenibilità Ambientale e Cooperazione

 

Orario lezioniV

Nota: Consultare la tabella degli orari pubblicata sull'apposita pagina.

Registrazione
  • Aperta
     
    Ultimo aggiornamento: 29/06/2017 11:07
    Campusnet Unito
    Non cliccare qui!