Sei in: Home > Corsi di insegnamento > Paleontologia
 
 

Paleontologia

 

Palaeontology

 

Anno accademico 2017/2018

Codice attivitą didattica
MFN0694
Docenti
Corso di studio
Laurea Triennale in Scienze Naturali D.M. 270
Anno
3° anno
Periodo didattico
Primo semestre
Tipologia
Affine o integrativo
Crediti/Valenza
8
SSD attivitą didattica
GEO/01 - paleontologia e paleoecologia
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Lezioni facoltative e esercitazioni obbligatorie
Tipologia esame
Scritto ed orale
Prerequisiti
  • Italiano
  • english

Nessuno
Propedeutico a
  • Italiano
  • english

Non applicabile
 
 

Obiettivi formativi

  • Italiano
  • english

L'insegnamento si prefigge di illustrare il significato dei fossili in termini di prodotti di entità biologiche del passato geologico, il loro ruolo nella conoscenza dell’evoluzione della vita sulla Terra, e le loro applicazioni nelle ricostruzioni paleoambientali e nelle analisi stratigrafiche. 

 

Risultati dell'apprendimento attesi

  • Italiano
  • english

Al fine di consentire di interpretare l'ambiente fisico nel quale gli organismi vivono in un contesto stratigrafico-storico ed evoluzionistico e di riconoscere e classificare le componenti biotiche e abiotiche dell'ambiente, l'insegnamento si prefigge di sviluppare le seguenti capacità.

Capacità di ordinare cronologicamente gli eventi biologici e di interpretare il ruolo dei fattori abiotici nel processo evolutivo. Capacità di riconoscimento dei principali gruppi fossili di invertebrati e loro applicazioni in biostratigrafia e paleoecologia. Capacità di valutare in modo critico i limiti qualitativi e le potenzialità applicative del record paleontologico. Capacità di esprimere oralmente o attraverso relazioni tecnico-scientifiche il significato delle tematiche affrontate nell’ambito dell'insegnamento.

 

Programma

  • Italiano
  • english

STORIA DELLA PALEONTOLOGIA – La scoperta dei fossili. La teoria della genesi organica. Fossili ed evoluzione.
PALEONTOLOGIA EVOLUTIVA – La specie in paleontologia. Principi di classificazione. Tasso di evoluzione. Estinzioni.
TAFONOMIA – Fossili e fattori di controllo della fossilizzazione. Biostratinomia: produzione e conservazione dei segnali biogenici. Associazioni fossili residuali, trasportate, miste, condensate. Fossildiagenesi: modalità di registrazione delle entità tafonomiche entro le rocce sedimentarie. Fossil-lagerstätten.
PALEONTOLOGIA SISTEMATICA – Protisti. Foraminiferi: composizione e architettura del guscio. Valore del rapporto planctonici/bentonici. Gruppi selezionati: Globigerinacei, Alveolinellidi, Nummulitidi.Molluschi. Pelecipodi: relazione fra strutture anatomiche e conchigliari; sistematica e autoecologia. Cefalopodi: strategie morfo-funzionali. Ammonoidei: tipologia e architettura conchigliare; biostratigrafia; cenni sistematici. Belemnitidi. Echinoidi: architettura scheletale, autoecologia e morfologia funzionale nei regolari e negli irregolari. Cenni a brachiopodi, gasteropodi, trilobiti. Esercitazioni: studio di campioni microscopici e
macroscopici; studio di caratteristiche morfologiche di molluschi del Pliocene e compilazione di una scheda di catalogazione.
PALEONTOLOGIA APPLICATA – Paleoambienti. Ecosistema ® facies. Ambienti e fondali marini. Autoecologia: habitus, trofismo, affinità tessiturale. Fattori ambientali: substrato ed energia ambientale, temperatura, salinità, solubilità di O2 e depositi euxinici. Stratigrafia. Tipi di unità stratigrafiche come espressione di tempo relativo. Unità litostratigrafiche: formazioni e loro significato deposizionale. Unità biostratigrafiche: controlli evolutivi e ambientali sulla distribuzione spazio-temporale dei fossili. Biozone di distribuzione, di associazione, di acme. Un caso di fossili-guida: i Graptoloidei del Paleozoico. Unità magnetostratigrafiche. Stratigrafia integrata: cronocorrelazioni. Unità cronostratigrafiche. Discontinuità: geometria e genesi;
diastemi e stratificazione.
PALEOBOTANICA - La fossilizzazione dei resti vegetali: come i segnali paleobiologici prodotti dalle piante terrestri vengono registrati e interpretati. Dinamica delle paleocomunità vegetali nel tempo geologico; evoluzione delle piante.
ICNOLOGIA - Tracce senza autore: come si studiano gli icnofossili, a cosa servono e dove si trovano. Attività di campo – Escursione didattica su successioni stratigrafiche e località fossilifere del Cenozoico piemontese.

I rapporti tra paleobiologia e ambienti deposizionali vengono illustrati con esempi tratti dalle tracce fossili e dall’analisi paleoecologica di un’associazione fossile del Pliocene Piemontese. Vengono forniti spunti relativi alla paleobotanica e alla paleontologia dei vertebrati. Sono previste escursioni didattiche.

 

Modalitą di insegnamento

  • Italiano
  • english

L'insegnamento comprende 48 ore di lezione frontale e 32 di esercitazione in laboratorio. E' prevista almeno un'escursione.

 

Modalitą di verifica dell'apprendimento

  • Italiano
  • english

L’esame scritto ha l’obiettivo di valutare la comprensione dei meccanismi che governano la formazione dei fossili, la conoscenza dei principali gruppi di invertebrati di interesse paleontologico e il loro ruolo nelle ricostruzioni paleoecologiche e stratigrafiche, anche in considerazione delle escursioni sul campo effettuate. L'esame scritto è composto da 20 domande a risposta aperta o vincolata (max 20/30) e da 3 schede descrittive di campioni sistematici (max 06/30).

L’esame orale (max 04/30), a cui si accede se si è raggiunta la sufficienza nelle prove precedenti (almeno 18/30 complessivi) consiste nella discussione degli elaborati scritti, nel commento degli elaborati di esercitazione e nel riconoscimento di campioni paleontologici (caratteristiche morfologiche diagnostiche ed elementi per ricostruire la tafonomia e la paleoecologia). 

 

 

Attivitą di supporto

  • Italiano
  • english

Non previste.

 

Testi consigliati e bibliografia

  • Italiano
  • english

Il materiale didattico presentato a lezione è disponibile sul sito Internet.
I testi base consigliati sono:
Allasinaz, Invertebrati fossili, UTET, 2003
Raffi & Serpagli, Paleontologia Generale. 2° edizione, UTET, 2001
Brenchley & Harper, Paleoecology: ecosystem, environments and evolution, Chapman & Hall, 1998
Benton & Harper, Introduction to paleobiology and the fossil record,
Wiley-Blackwell, 2009


Siti internet di interesse:

Società Paleontologica Italiana - http://paleoitalia.org/

 

 

Orario lezioniV

Nota: Consultare la tabella degli orari pubblicata sull'apposita pagina.

Registrazione
  • Aperta
     
    Ultimo aggiornamento: 05/07/2017 10:32
    Campusnet Unito
    Non cliccare qui!